fbpx Giuseppe Iannone - MioDottore.it
Psicoterapia e Consulenza Psicologica

La psicoterapia è un´esperienza clinica relazionale, attiva e responsabilizzante, che ha l´obiettivo di ripercuotersi sull´esistenza del paziente per orientarla verso una forma migliore

Sono specializzato nella cura dell´ANSIA, in tutte le sue forme.
Su quali problematiche possiamo lavorare?

Ansia generalizzata

I sintomi dell’ansia generalizzata includono irrequietezza, facile affaticamento, irritabilità, difficoltà a concentrarsi, vuoti di memoria, tensione muscolare e alterazioni del sonno.

L´ansia di manifesta come attesa apprensiva eccessiva, è presente per la maggior parte dei giorni per almeno 6 mesi.

Se non curata l´ansia generalizzata tende a dilagare nel corso del tempo e a contaminare ogni attività quotidiana.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Panico

Attacchi di panico: crisi acute, improvvise, inaspettate e ricorrenti con sintomi quali palpitazioni, sudorazione, tremori, fame d’aria, sensazione di soffocamento, dolori al petto, nausea, vertigini, instabilità, brividi, vampate di calore, formicolio agli arti, derealizzazione, depersonalizzazione, paura di perdere il controllo, di impazzire, di morire .

Il disturbo di panico è invece caratterizzato da una preoccupazione persistente per l’insorgere di altri attacchi di panico. Per paura che il panico possa tornare spesso la persona inizia a evitare i luoghi in cui si è già manifestata un attacco di panico, a evitare l’esercizio fisico oppure le situazioni non familiari. Poco alla volta per chi soffre di disturbo di panico non ci sono più luoghi sicuri e familiari intorno a se né in casa né fuori.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Agorafobia

Paura di uscire di casa e dei luoghi aperti e affollati (piazze, concerti, centri commerciali, parcheggi, ponti, ecc.) per timore di stare male e non poter ricevere soccorso o non poter disporre di vie di fuga.
La persona può evita o sopporta con estrema fatica situazioni quali mettersi alla guida, stare in fila (al supermercato, in posta, ecc.), recarsi sul posto di lavoro, andare in vacanza, accompagnare i figli a scuola, ecc.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Claustrofobia

La claustrofobia è la paura dei luoghi chiusi, come ascensori, cinema, musei, mezzi di trasporto (auto, metro, tram, treno, bus, aereo). Più in generale le persone che soffre di claustrofobia tendono a evitare o a sopportare con fatica le situazioni che creano una sensazione di mancanza di libertà di movimento.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Fobie specifiche

La fobia è una forma di paura irrazionale e persistente che spesso limita la libertà di chi ne soffre. La paura può riguardare oggetti (per esempio coltelli, aghi, siringhe, ecc.) animali (topi, ragni, serpenti, insetti, cani, ecc.), eventi atmosferici (lampi, tuoni, vento, ecc.), situazioni (altezze, guidare, volare, ecc.).

In risposta a tale disagio la persona tende ad evitare la situazione o l’oggetto fobico oppure lo sopporta ma con livelli di paura o ansia molto intensi. La paura e l’ansia sono sproporzionate rispetto al reale pericolo rappresentato dall’oggetto o dalla situazione.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Timidezza e ansia sociale

L´ansia può causare in alcune persone una forma di timidezza eccessiva legata alla paura di essere giudicati dagli altri e che può causare l´evitamento di situazioni in cui la persona si trova ad avere a che fare con altri individui.

L´individuo può temere che manifesterà sintomi di ansia che saranno valutati negativamente, cioè che saranno umilianti, imbarazzanti, che porteranno a rifiuto o risulteranno offensivi per gli altri e così le situazioni sociali sono evitate oppure sopportate con paura o ansia intense.

Eseguire compiti o prestazioni di fronte ad altri, come parlare in pubblico, o anche solo essere osservati mentre si mangia o si beve, causa nella persona con ansia sociale forte paura o imbarazzo, se deve incontrare persone.

La paura o l’ansia sono sproporzionate rispetto alla reale minaccia posta dalla situazione sociale. Infine la paura, l’ansia o l’evitamento sono persistenti e durano tipicamente sei mesi o più causando un disagio clinicamente significativo o una compromissione del funzionamento in ambito sociale lavorativo o in altre aree importanti.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Ansia e Sesso Problematiche sessuali/relazionali nell´uomo e nella donna

L´ansia, soprattutto quella da prestazione, può causare problemi nella sfera sessuale. Fenomeni quali eiaculazione precoce, difficoltà a raggiungere o mantenere l´erezione, assenza di desiderio sessuale, assenza di orgasmo, ecc. sono spesso legati proprio al timore di dover performare, alla paura di fare brutte figure e ad alti livelli di perfezionismo.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Ansia e Stress

Numerosi disturbi emotivi sono legati legati allo stress, tra cui ansia e depressione. Non solo l´ansia provoca stress ma anche lo stress può causare ansia. Inoltre ansia e stress condividono molti degli stessi sintomi fisici.

Lo stress può manifestarsi in molti modi, i sintomi più comuni sono mal di testa, disturbi del sonno, dolori muscolari, sensazione di testa leggera, vertigini, difficoltà a deglutire, irritabilità.

Altri sintomi dello stress sono tachicardia, difficoltà a calmarsi, fatica a concentrarsi, vuoti di memoria, poca energia e perdita del desiderio sessuale.

Se hai difficoltà a gestire lo stress o se lo stress ostacola la tua capacità di svolgere le tue normali attività quotidiane (in famiglia, al lavoro, ecc.), la psicoterapia può aiutarti a trovare le strategie utili per fronteggiare lo stress.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Ossessioni e compulsioni

L’ansia può accompagnarsi anche a ossessioni e compulsioni.

Le ossessioni sono pensieri, impulsi o immagini ricorrenti, persistenti, intrusivi e indesiderati che il soggetto tenta di ignorare o sospendere mettendo in atto una o più compulsioni.

Le compulsioni sono delle azioni mentali ripetitive (per es. contare o pregare) o dei comportamenti (per es. riordinare, lavarsi le mani, ecc.) messi in atto dal soggetto nel tentativo di ridurre l’ansia, prevenire situazioni temute e neutralizzare le ossessioni.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.


Ansia & lavoro
: Mobbing, Bossing e Burnout

L´ansia può manifestarsi anche sul posto di lavoro. Elevati carichi lavorativi ma anche relazioni tossiche sul posto di lavoro spesso si associano a diversi sintomi di ansia.

L´ansia può anche riguardare la paura di sbagliare, di perdere il lavoro oppure il timore di non trovare lavoro.

Essere vittima mobbing, ossia di ripetute e continue vessazioni sul lavoro da parte dei colleghi, oppure di bossing (se i comportamenti aggressivi sono messi in atto da un superiore) si associa a vissuti di forte ansia.

La persona inizia evitare i luoghi di lavoro, a mal sopportare il contesto lavorativo oppure si assiste a una diminuzione dell´efficienza e della produttività.

Infine il burnout è caratterizzato da una condizione di esaurimento psicofisico causato dai continui tentativi di far fronte alle difficoltà insite nel quotidiano confronto con la propria attività professionale. La persona si sente affaticata, sopraffatta ed esausta dalle eccessive richieste sul posto di lavoro e manifesta una forma di malessere globale che si ripercuote siasulla sfera lavorativa che privata.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Ansia, cibo e forma fisica

L´ansia può coinvolgere anche il rapporto con il cibo e con la forma fisica.
Nell´anoressia la persona sperimenta un´ansia e preoccupazione eccessive per il proprio peso. Temendo di essere grassa o di poter ingrassare la persona si rifiuta di nutrirsi, segue diete ferree e/o svolge eccessiva attività fisica .

Nella bulimia le abbuffate di cibo si verificano almeno una volta a settimana per almeno tre mesi e causano nel soggetto un forte senso di disagio. Si può parlare propriamente di abbuffata quando il soggetto assume una grande quantità di cibo in un lasso di tempo limitato e quando il soggetto ha la sensazione di perdere il controllo durante l’episodio. Durante le abbuffate la persona mangia più rapidamente del normale; mangiare fino a stare male, anche in assenza di appetito. Terminata l´abbuffata la persona provare disgusto/colpa. Nella bulimia le frequenti abbuffate di cibo sono seguite da condotte di eliminazione (vomito autoindotto, uso di diuretici o lassativi, eccessiva attività fisica) per fronteggiare il senso di disgusto/colpa..

Nella vigoressia la persona è preoccupata di non essere abbastanza muscolosa, tende a osservarsi costantemente allo specchio per controllare la sua forma fisica e la tonicità dei muscoli. L´attività fisica diventa una vera e propria ossessione al punto da arrivare trascurare il lavoro, gli studi, la famiglia, e le relazioni sociali pur di allenarsi. Anche una singola sessione persa in palestra può generare uno stato di forte ansia. L´attenzione all´alimentazione è maniacale e l´uso di farmaci anabolizzanti e steroidei è molto comune.

Infine il Binge Eating Disorder è caratterizzato da frequenti abbuffate ma senza condotte compensatorie per perdere peso (digiuno, vomito, attività fisica, uso di diuretici o lassativi).

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Ansia da separazione – problemi relazionali

Chi soffre di ansia da separazione si sente a disagio quando deve separarsi dalle principali figure di attaccamento (genitori, partner, ecc.).

La paura di restare da soli può essere invalidante al punto che l´individuo si rifiuta di uscire di casa anche per andare a scuola o al lavoro.

La persona con ansia da separazione spesso lamenta sintomi fisici come nausea, vomito, mal di pancia o mal di testa quando deve separarsi dalle principali figure di attaccamento.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Ipocondria

L´ipocondria è la paura infondata di avere una malattia. L´ipocondria è caratterizzata da una preoccupazione eccessiva e infondata riguardo alla propria salute e da un´iperfocalizzazione su segnali corporei innocui (o sintomi corporei di lieve intensità), che sono vissuti come indice di una grave malattia.

Chi soffre di ipocondria cerca rassicurazioni sul proprio stato di salute attraverso ripetute visite mediche, esami diagnostici, continue ricerche su internet o su libri, ecc.  Le rassicurazioni (dei medici, dei familiari, degli amici) funzionano solo nel breve termine ma la continua attenzione sul corpo aumenta la sensibilità ai segnali corporei.

Ma ciò non fa che aumentare ulteriormente l’ansia e così la convinzione di malattia tende a ripresentarsi.

Si instaura un circolo vizioso che spinge l´individuo a passare da uno specialista all´altro, da un esame all´altro, nella speranza di trovare finalmente una spiegazione.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Ansia e Insonnia

L´ansia può associarsi a disturbi del sonno come l´insonnia. La persona può faticare ad addormentarsi, oppure ha frequenti risvegli nel cuore della notte, o ancora si sveglia presto al mattino e fatica a riaddormentarsi. Dormire bene è fondamentale perché una peggiore qualità del sonno si associa a minori livelli di benessere fisico e psicologico.

Ricevo su appuntamento a Milano, Vignate, Liscate e Cernusco sul Naviglio.
Per un primo consulto telefonico gratuito e senza impegno contattami al 3391901474 o invia un’email a cepsicli@gmail.com.

Come lavoro

Primo contatto

Solitamente il primo contatto avviene per telefono o per email. In particolare, in questa fase di consultazione gratuita la persona ha il tempo e il modo di descrivere la propria condizione di disagio o sofferenza. In seguito alla telefonata di solito ci si dà un appuntamento per un primo incontro presso lo studio più comodo per il paziente (Milano Porta Venezia, Cernusco sul Naviglio, Liscate o Vignate) oppure in modalità online (via Skype o Whatsapp).

Fase iniziale della psicoterapia

Successivamente, nei seguenti 2 incontri, raccolgo una serie di informazioni necessarie per comprendere la natura del disagio o della sofferenza. In questo modo posso offrire al paziente una restituzione sui motivi dell´esordio e del mantenimento del disagio o della sofferenza. Infatti, tale rifigurazione è già una prima, potente, azione psicoterapeutica utlie al fine di di innescare una iniziale trasformazione di sé. Di solito, già dopo due incontri il paziente inizia a sentire che può essere altrimenti. Alla fine di questa fase offro al paziente una proposta terapeutica (se necessaria) che può coinvolgere il singolo individuo, la coppia (per esempio in casi di difficoltà relazionali o sessuali con il partner o di sostegno alla genitorialità) o la famiglia (per esempio in caso di bambini).

Fase centrale della psicoterapia

Terminata la fase diagnostica e di restituzione, dal terzo incontro in poi inizia la fase attiva del percorso. Infatti, la pratica psicoterapica infatti non deve limitarsi a una maggiore comprensione di sé ma deve tradursi in nuove prassi di sé. Piuttosto, l’etica della cura psicologica prevede che tu venga responsabilizzato nel riprendere in mano la tua esistenza. In altre parole, questo significa che durante il percorso sarai parte attiva del percorso di cambiamento, ad esempio nel seguire le indicazioni terapeutiche. Insieme, infatti, pianificheremo una serie di compiti ed esercizi che consentiranno una progressiva trasformazione dei tuoi modi di fare esperienza e che daranno nuova forma a emozioni, pensieri, motivazioni e comportamenti disfunzionali, diminuiranno la sofferenza e soprattutto aumenteranno il tuo benessere e la tua crescita personale.

Quanto dura un percorso psicologico/psicoterapico?

Solitamente ciascun incontro dura 50 minuti con una frequenza di 2 incontri al mese. La lunghezza totale del percorso, in ogni caso, dipende dal tipo di richiesta e dagli obiettivi su cui decidiamo di lavorare.

Cosa (non) posso fare per te?

Non sono un indovino, né posso provare sulla mia pelle ciò che senti. Tuttavia, possiamo lavorare insieme per per analizzare i tuoi modi di essere disfunzionali. Inoltre posso aiutarti a far emergere il rapporto tra sofferenza psicopatologica e gli specifici accadimenti nella tua vita che hanno generato e che mantengono la sofferenza. Questo ti consentirà di riposizionare la tua esistenza e di orientarla verso orizzonti d´attesa maggiormente appetibili e identitari.  

La mia privacy è tutelata?

Ovviamente sì. Infatti tutte le informazioni raccolte in psicoterapia sono tutelate dal segreto professionale. In particolare, nella fase iniziale del rapporto professionale, fornisco al paziente tutte le informazioni inerenti le prestazioni, le finalità e le modalità delle stesse, e circa il grado e i limiti giuridici della riservatezza. Ultimo, ma non meno importante, il paziente è tutelato nel rispetto del trattamento dei dati personali, come previsto dal D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”

Contatti

Per fissare un appuntamento chiamami oppure compila il form sottostante e ti ricontatterò.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Leggi la cookie policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi